Non perdere il filo

In questo periodo mi sto trovando a dover fare i conti con un “lavoro” che mi sta risucchiando la vitalità e il buon umore. Un lavoro inaspettato e che si è presentato assai più complicato di quanto sembrasse fin da subito. Ma avendolo accettato non potevo più tornare sui miei passi.

Diciamo che sto vedendo la fine avvicinarsi e con lei i respiri si fanno meno pieni di ansia!

Mentre le righe avanzano più lentamente di una lumaca mi accorgo che invece i pensieri avanzano ad una velocità spaventosa e si affastellano, uno sull’altro e si confondono, rotolano come caduti in una scarpata e si mischiano, a volte si schiantano e io quasi sento un dolore attanagliarmi la testa mentre mi accorgo che non ho nessun potere su di loro.

Mi trovo a chiedermi cosa vorrei fare da grande. E sono spiazzata di fronte alla consapevolezza che ormai sono già grande. Ciò che la mia testa e il mio cuore vorrebbero, non è ciò che potranno fare.

E allora cerco di rallentare i pensieri, non li lascio correre a perdifiato a cercare soluzioni per il domani perché lo so che se cerco le soluzioni nel domani perdo il filo delle risposte che mi fornisce l’oggi.

Forest Hat

©Donatella Saleri

Mi sono lasciata prendere per mano dal colore e Forest ha preso forma come per incanto da un pensiero nato in una vacanza in una meravigliosa Valle delle Dolomiti del Brenta: la val Gardena. Un luogo magico, grandi prati alpini e foreste di larici abbracciati da cime imponenti e maestose. Semplici intrecci si alternano a sezioni lavorate a legaccio e maglia rasata rovescia come foreste di abeti e verdi alpeggi dove incontrare sé stessi e l’infinito.

Il pattern è disponibile in tre misure S ( adatta a ragazzi e donna)- M-L, non è previsto il risvolto e la misura S è realizzata con circa 70 grammi di filato

https://www.ravelry.com/patterns/library/forest-13

©Donatella Saleri

Ringrazio la mia modella per la pazienza con cui mi ha sopportata nel lungo servizio fotografico dal risultato davvero poco degno della sua bellezza

YOU ARE PRECIOUS SHAWL

Perché questo nome?

Perché questo nome? Perché in questo ultimo periodo molte situazioni inaspettate hanno messo alla prova la mia autostima e con questo progetto voglio ricordare a me stessa quanto invece io valga. Progettare YOU ARE PRECIOUS mi aiutata a crederci ancora, a superare limiti che mi ero posta, a fare passi avanti in un momento in cui facevo solo passi indietro.

Dopo due colli uno scialle

Quindi dopo due semplici colli mi sono lanciata nella progettazione di uno scialle semi circolare dall’alto in basso che alcune amiche ora mi stanno aiutando a testare. Lo schema ha richiesto molto lavoro e non escludo che, vista la complessità nella progettazione possano esserci alcune cose da rivedere. Nel complesso lo scialle non è difficile da lavorare; non è nemmeno semplice , sia chiaro, ma richiede la conoscenza di punti quali il gettato, aumenti e diminuzioni, quindi per una KNITTER punti di ordinaria amministrazione!

A fine OTTOBRE lo schema

Appena avrò la certezza che non ci saranno modifiche da fare pubblicherò lo schema su Ravelry e sarà scaricabile gratuitamente su questo blog. Quindi STAY TUNED!